A Villa Piercy una giornata per rivivere il fascino dell’epoca vittoriana

A Villa Piercy una giornata per rivivere il fascino dell'epoca vittoriana

L’evento in programma a Villa Piercy a Bolotana.

Un evento a tema in stile Vittoriano. La bellissima Villa Piercy, di Bolotana, in provincia di Nuoro, apre le sue porte, domenica 25 ottobre, dalle 10, per un evento dal sapore ottocentesco. Figuranti in costume ricreeranno il clima di due secoli fa dando la possibilità ai visitatori di rivivere i racconti di una saga familiare avvincente ed intrigante.

Villa Piercy, infatti, è un’antica villa campestre disposta su tre piani che si trova in località Badde Salighes (in italiano la valle dei salici). Venne costruita tra il 1879 ed il 1882 dall’ingegnere gallese Benjamin Piercy, che si trasferì in Sardegna dopo che la regione sarda gli affidò l’incarico di progettare e portare avanti i lavori di esecuzione della rete ferroviaria isolana. A Piercy si deve la creazione di alcuni paesi e villaggi, tra cui quello di Chilivani.

Villa Piercy ed il giardino circostante si estendevano per un territorio di 3.700 ettari, tra le montagne del Marghine e l’altopiano di Campeda. Piercy vi realizzò un’azienda agricola al servizio della quale lavoravano numerosi dipendenti che alloggiavano a Badde Salighes e Padru Mannu. La gestione della villa è oggi affidata alla Pro Loco di Bolotana. “Quattro giorni dopo, dopo aver sistemato il sito ed averlo reso fruibile ai nostri ospiti, abbiamo aperto il cancello ed il portone della villa”, afferma il presidente della Pro Loco Raffaele Foddis.

Le aperture della villa sono concentrate nei giorni festivi e nei fine settimana nelle giornate di sabato e domenica, dalle ore 10 alle ore 17. Il costo del biglietto per accedere alla villa è di 6 euro. Questo dà diritto alla visita della villa e del parco circostante insieme a guide museali certificate che raccontano la storia, le vicende e gli aneddoti di questi luoghi. “Organizziamo spesso eventi a tema – prosegue Foddis – laboratori e compatibilmente con la situazione pandemica, manifestazioni. E questo del 25 ottobre fa parte delle attività in programma”.