Dal May Day all’incendio, l’esercitazione della Guardia Costiera a Porto Torres

Dal May Day all'incendio, l'esercitazione della Guardia Costiera a Porto Torres

A Porto Torres l’esercitazione della Guardia costiera.

Si è svolta questa mattina nel porto commerciale di Porto Torres presso alla banchina Ponente 2, dove era ormeggiata la M/T Athara proveniente da Genova, un’esercitazione antincendio rientrante nel programma della Capitaneria di Porto.

Lo scenario ha previsto un “May Day” lanciato sul canale 16 dal Comandante della Athara che richiedeva un intervento urgente a causa di un incendio a bordo nella sala macchine della nave con un ferito grave. Le operazioni di soccorso sono state coordinate dalla Capitaneria di Porto Torres che ha fatto intervenire, nell’immediatezza, oltre alla motovedetta cp 810 e proprio personale a terra, anche i Vigili del fuoco, il servizio 118, nonché carabinieri, Guardia di finanza e Polizia di stato.

Nel corso dell’esercitazione un marittimo, con ustioni in varie parti del corpo, una volta sbarcato, è stato preso in consegna dal personale medico del 118 che dopo aver prestato le prime cure ha proceduto al trasferimento in ambulanza presso l’ospedale Santissima Annunziata di Sassari.

Scopo dell’esercitazione è stato quello di verificare i tempi di risposta dei mezzi di soccorso ed il rispetto delle procedure previste, il funzionamento dell’impianti carrellabili presenti sulle banchine del Porto Commerciale. All’esercitazione hanno partecipato tutti i sevizi tecnico-nautici del porto di Porto Torres e la Società Sarda Antinquinamento.

Il Comandante del porto di Porto Torres, Gianluca Oliveti, si è detto molto soddisfatto dei risultati che, proprio per testare al meglio la prontezza operativa di tutta l’organizzazione antincendio portuale, si è svolta simulando uno scenario molto verosimile.