Minacciò un poliziotto con un coltello all’Argentiera: condannato a 13 mesi

Maltrattamenti e violenze verso i loro figlioletti, genitori condannati a Sassari

La decisione del Tribunale di Sassari.

Il tribunale di Sassari ha condannato ad un anno un mese di reclusione Palmiro Sini, 71enne sassarese, mentre per suo figlio Antonello è stata inflitta una pena di 10 mesi. La pena è stata fortemente ridimensionata per via dell’accusa di tentato omicidio che è stata derubricata.

Nel giugno 2015 i due sfiorarono un incidente stradale all’Argentiera con un poliziotto. Nacque un alterco su chi potesse aver ragione, sfociato con qualche parola di troppo e spuntò un coltello con il quale Palmiro Sini tentò più volte di aggredire l’agente.

A quel punto, il poliziotto sfoggiò il distintivo riuscendo a far allontanare l’uomo che in seguito era stato inseguito e arrestato. L’arma non è mai stata ritrovata, ma non è bastato a risparmiare i 13 mesi di reclusione inflitti dal tribunale di Sassari. Il legale dei Sini aveva chiesto l’assoluzione dei suoi assistiti, da qui la volontà di ricorrere in Appello.