Morti e contagi per il coronavirus a Sassari, chiusa la prima parte delle indagini dalla Procura

Maltrattamenti e violenze verso i loro figlioletti, genitori condannati a Sassari

L’indagine sulle morti e i contagi per il coronavirus a Sassari.

Si è conclusa la prima fase delle indagini svolte dai carabinieri del Nas sulle morti e sui contagi avvenuti negli ospedali e nelle case di cura di Sassari.

Un grande dossier, composto da numerosi fascicoli, frutto di denunce, segnalazioni, ispezioni e verifiche che ora sarà al vaglio della procura per decidere, sulla base dei contenuti, se approfondire le varie vicende. Sono molti i casi finiti nell’inchiesta principalmente negli ospedali e nelle Rsa di Sassari e per la procura si prospetta un lavoro lungo e complesso.

Come riporta l’Ansa sul tavolo del procuratore è finito anche il caso dell’ambulante 51enne di Ossi, morto il 22 marzo dopo che le sue condizioni si erano aggravate.