Nuovi insulti sessisti contro la Capogruppo dei 5 Stelle Desirè Manca

Pazienti psichiatrici trasferiti da Sassari: il caso finisce in Regione

Ancora insulti per la Capogruppo dei 5 Stelle.

La capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale, Desirè Manca, torna al centro del dibattito. Non di quello politico, ma piuttosto di quello civile visto che, per l’ennesima volta, la consigliera pentastellata di Sassari è stata oggetto di insulti misogini e sessisti.

“Da diverso tempo sono diventata oggetto di critica, non politica, non per quello che dico e faccio, non per le azioni politiche a tutela della mia terra e dei suoi cittadini, ma per il mio aspetto. Cosa che non mi sorprende quando proviene da alcuni trogloditi che, poveri loro, vivono per questo – ha affermato la Manca -. Sono diventata oggetto di vero e proprio odio da parte di alcune donne che, povere loro, cercano di riempire il vuoto che le circonda sputando sentenze e sconfinano nella peggiore delle misoginie“.

L’esponente grillina, che di cambiare il proprio look non ha alcuna intenzione, ha rimarcato di essere se stessa e non cercare la benevolenza altrui.