A Ploaghe via alle domande per la riduzione della Tari per le imprese

Ploaghe scende in campo per la sensibilizzazione sulla fibromialgia

A Ploaghe via alle richieste per la riduzione della Tari.

Il comune di Ploaghe ha definitivamente stabilito le modalità per la riduzione della Tari a favore delle partite iva che hanno avuto difficoltà a causa dell’emergenza Covid19.

La misura, già anticipata dalla Giunta comunale nel periodo del lockdown, è ora diventata operativa e la relativa modulistica è stata pubblicata in questi giorni sul sito del comune di Ploaghe. Per consentire l’attivazione della misura di sostegno, l’amministrazione ha dovuto modificare il regolamento riguardo la tariffazione della tassa sui rifiuti, introducendo il principio delle riduzioni a carico del bilancio comunale in caso di particolari e gravi eventi come emergenze sanitarie o gravi calamità naturali. La riduzione stabilita dall’amministrazione comunale va dal 30% per le attività oggetto di sospensione al 15% per le attività che abbiano subito una sospensione parziale o un ridimensionamento del fatturato.

La scadenza per il pagamento dell’imposta per le aziende era già stata posticipata al prossimo 15 settembre ed entro quella data i titolari delle partite iva dovranno presentare l’autocertificazione per ottenere la riduzione. Il sindaco Carlo Sotgiu ha così commentato l’iniziativa: “Si tratta di uno sforzo economico importante per il comune che va nella direzione di dare un po’ di respiro alle fasce imprenditoriali colpite dall’emergenza sanitaria. Questa misura si somma alle altre messe in campo dall’amministrazione che ha attivato diverse misure di sostegno alle partite iva in difficoltà come l’assegno di trecento euro erogato nei mesi scorsi che a sua volta si è sommato ai contributi regionali”.