Il progetto della Regione per l’insegnamento dell’algherese nelle scuole

Ad Alghero a disposizione i buoni spesa per le famiglie in difficoltà

L’iniziativa nelle scuole di Alghero.

Sono stati riaperti i termini per la presentazione delle domande relative all’insegnamento delle lingue minoritarie per l’anno scolastico 2020/2021. C’è tempo ancora fino al 20 novembre per le istituzioni scolastiche cittadine per presentare domanda di contributo per l’insegnamento della lingua catalana di Alghero agli studenti delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado.

La legge di riferimento si articola in due linee l’intervento. Il primo, Insulas, prevede l’insegnamento della lingua in orario curricolare e nell’ambito dell’offerta formativa. Il secondo, Frailes, riguarda i laboratori didattici extracurricolari. Le risorse messe a disposizione dall’assessorato alla Pubblica Istruzione della Regione Sardegna sono 660 mila euro per la linea Insulas e 284 mila euro per la linea Frailes. I beneficiari dell’avviso sono le scuole della Sardegna, statali e paritarie.

Come previsto dalle linee guida l’attivazione dell’utilizzo e insegnamento della lingua nella singola scuola è subordinata alla richiesta da parte delle famiglie degli studenti per consentire l’insegnamento in unica classe o l’aggregazione di più richiedenti di diverse classi in un unico gruppo di apprendimento. Per l’anno scolastico in corso, le scuole provvedono a far effettuare alle famiglie la scelta di avvalersi dell’insegnamento dell’algherese.

L’importante opportunità per rilanciare l’uso della lingua catalana di Alghero nelle scuole destina risorse specifiche per progetti, laboratori e lezioni, prevede inoltre l’iscrizione dei docenti del catalano di Alghero all’elenco provvisorio costituito dalla Regione. A tale elenco regionale possono essere iscritti gli insegnanti in possesso di una competenza linguistica assimilabile almeno al livello C1.

In questi giorni l’Amministrazione comunale sta promuovendo presso le scuole cittadine le opportunità della legge. Ai direttori didattici e ai presidi è stata inviata una apposita comunicazione riguardante la possibilità di iscrizione dei docenti all’apposito elenco regionale, il cui termine è fissato al 10 dicembre. Giovedì scorso si è tenuto a Porta Terra un incontro con i referenti scolastici per promuovere questa opportunità, con il Sindaco Mario Conoci, l’assessore alla Cultura Marco Di Gangi e con il supporto della Consulta Cívica per les Polítiques Lingüístiques del Català de l’Alguer. Parallelamente, Consulta Civica e l’Amministrazione stanno sensibilizzando le famiglie affinché venga scelta l’opzione dell’insegnamento dell’algherese nelle classi.