Rifiuti abbandonati e discariche abusive a Sassari: nuova raffica di multe

Rifiuti abbandonati e discariche abusive a Sassari: nuova raffica di multe

Nelle ultime settimane 50 sanzioni.

Non si è fermata neppure ad agosto l’attività di contrasto al degrado da parte del nucleo ambientale del Comando di Polizia Locale di Sassari che da qualche mese può contare anche su nuove video-trappole acquistate dal Settore Ambiente e Verde pubblico e che immortalano gli incivili che abbandonano rifiuti per strada. L’azione del Nucleo è stata anzi potenziata, allo scopo di contrastare le condotte che provocano degrado in tutto il territorio comunale. Nelle ultime settimane sono state elevate cinquanta sanzioni per conferimento illecito di rifiuti: l’80 percento delle violazioni sono state compiute da persone residenti in altri comuni (in alcuni casi sono stati percorsi fino a cinquanta chilometri per abbandonare rifiuti a Sassari).

In particolare, con l’installazione in diverse aree, che possono variare ogni settimana, così come venir confermate, dei dispositivi di videosorveglianza, si sono volute monitorare le dinamiche che caratterizzano il conferimento dei rifiuti domestici nei punti di raccolta; un’altra attività programmata dal Comando di via Carlo Felice si è concentrata inoltre sul contrasto delle condotte criminose che arrecano pregiudizio al patrimonio ambientale e che alimentano la formazione di discariche abusive. Nell’ultima settimana le foto-trappole hanno immortalo incivili in via dei Gremi, via Cadamosto, via Londra e via Camboni.

Il caso più singolare riguarda una persona che ha raggiunto via dei Gremi con il bidone per il servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta del proprio comune di residenza, che dista diversi chilometri da Sassari.

Rifiuti abbandonati e discariche abusive a Sassari: nuova raffica di multe