A Sassari arrivano le nuove pensiline alle fermate dell’autobus

A Sassari arrivano le nuove pensiline alle fermate dell'autobus

Le nuove pensiline a Sassari.

Una nuova immagine per un cambio di passo radicale: ha preso il via durante gli ultimi mesi, e si sta ulteriormente concretizzando in questi giorni, il progetto di redesign dell’immagine di Atp , voluta fortemente dalla nuova governance aziendale. Messa a dimora di pensiline di ultima generazione nei punti centrali e nevralgici del centro, riqualificazione delle vecchie pensiline e nuova collocazione in aree fino ad oggi sguarnite da riparo nei luoghi di attesa del bus, nuova cartellonistica alla fermata di facile fruibilità per chi viaggia, redesign delle paline sia di nuova installazione che di vecchia concezione: questo, in sintesi, il frutto di un importante lavoro di monitoraggio e riprogettazione dei servizi offerti alla cittadinanza, in questo caso nella fase di attesa del bus alla fermata.

A Sassari arrivano le nuove pensiline alle fermate dell'autobus

Le nuove pensiline

Sono 29 le nuove pensiline di ultima generazione installate nei mesi scorsi in città, elettrificate  e corredate – durante l’estate – della nuova cartellonistica aziendale: poster di grandi dimensioni, dalla linea moderna e lineare – con un evidente stile metropolitano – che informano in maniera facile ed efficace su percorsi, regole di viaggio ed altre info utili per chi viaggia. Le nuove pensiline, come già detto, hanno trovato collocazione in punti nevralgici della città e sono andate in alcuni casi a sostituirne altre di vecchia generazione. Queste ultime,  sette per la precisione, sono state a loro volta sottoposte ad un’importante opera di ristrutturazione e ricollocate in altre zone della città. Complessivamente tutte le pensiline presenti in città sono state interessate da un’importante opera di manutenzione straordinaria.

Nuove pensiline al Carcere di Bancali e a Platamona.

Nei giorni scorsi è stata ultimata la messa a dimora della nuova pensilina presso la fermata all’esterno della Casa Circondariale di Bancali. L’intervento è stato possibile grazie alla fattiva collaborazione tra l’azienda e l’attuale direzione della struttura penitenziaria, con il supporto del Garante dei detenuti. I lavoratori delle carceri e i parenti dei detenuti ora possono usufruire di un luogo di attesa confortevole, in cristallo per ragioni di sicurezza pubblica.

Anche Platamona, nei pressi della Rotonda, può contare su due nuove pensiline anch’esse di cristallo trasparente, meno impattanti da un punto di vista paesaggistico ed utile riparo dal sole o dalle intemperie, durante l’attesa del bus.

Le nuove paline.

Il nuovo look comincia nell’Agro di Sassari. Parte proprio dalle zone extra urbane il progetto di redesign e riqualificazione delle paline.

Atp, come annunciato nei mesi scorsi, ha avviato un intenso lavoro di monitoraggio nelle zone più periferiche raggiunte dal servizio, andando a censire e verificare lo stato dell’arte delle fermate presenti in quel territorio. Sono quindi ben 450 le paline che sono in fase di installazione dell’agro, in zone fino ad oggi prive di una segnaletica verticale chiara per l’attesa dei mezzi: tutti i nuovi pali, di color antracite, hanno in apice il simbolo dell’autobus bianco su fondo rosso, icona facilmente riconoscibile e ben visibile che indica un luogo di attesa dei  mezzi di trasporto pubblico. Non solo: ogni palina presenta supporti a bandiera con il logo aziendale, il nome della fermata e l’indicazione delle linee che vi transitano.

Tutti gli elementi grafici sono stati realizzati in materiale rifrangente, ben visibile quindi anche nelle ore notturne, quando investiti da una fonte luminosa, così come gli adesivi  informativi – applicati sul palo – che indicano linee e percorsi. Inoltre sono presenti i QR Code utili per fare il download sul proprio smartphone dell’App Atp Sassari utile per conoscere, quindi, in tempo reale passaggi e percorsi dei mezzi.

Le vecchie paline.

Sono 250, invece, le paline di vecchia generazione (quelle gialle con terminale a bandiera, per intendersi) che verranno interessate da un intervento consistente di ristrutturazione: il colore verrà uniformato a quelle di nuova installazione (antracite) e il terminale a bandiera sarà ridimensionato, applicandovi, fronte e retro, le medesime informazioni in materiale rifrangente così come concepite per le nuove paline.

“Lavoriamo costantemente per migliorare l’esperienza dei nostri utenti con il servizio di trasporto pubblico – ha sottolineato il Presidente Paolo Depperu – stiamo facendo il massimo per rendere decoroso, confortevole e sicuro il luogo di attesa del bus e abbiamo voluto cominciare proprio dalle zone dell’agro, fino ad oggi quelle più deficitarie: a noi sta a cuore tutto il territorio raggiunto dal nostro servizio e siamo impegnati costantemente  per realizzare la miglior esperienza di trasporto per tutta la cittadinanza”.