A Sassari navette dedicate per i test d’ingresso dell’Università

A Sassari al via l'orario estivo per gli autobus: le novità e le modifiche

Il servizio per gli studenti.

A Sassari saranno predisposte navette dedicate per tutti i futuri studenti e studentesse che nei prossimi giorni sono alle prese con i test d’accesso ai corsi a numero programmato nazionale e locale delle professioni mediche e sanitarie. La decisione dei vertici di Atp risponde anche ad una richiesta dell’Università di Sassari che quest’anno, a causa della chiusura del Palaserradimigni per ristrutturazione e ampliamento e, naturalmente per motivi di sicurezza pubblica legati all’emergenza coronavirus, ha dovuto dirottare le prove di ammissione negli spazi della Promocamera a Predda Niedda, location difficilmente raggiungibile con i mezzi del trasporto pubblico.

Così Atp ha predisposto due navette che viaggiano consecutivamente, collegando ogni trenta minuti, a partire alle 8 e 10 con ultima partenza alle 9 e 40, via Tavolara con la Promocamera. Al ritorno, a partire dalle 14 con un’ultima corsa alle 15, il rientro verso via Tavolara sarà ogni venti minuti. Il servizio non-stop dedicato sarà attivo esclusivamente nella giornata di giovedì 3 settembre durante la quale si svolgeranno le prove di ammissione nazionali per l’ingresso al corso di laurea in Medicina e Chirurgia e del 8 settembre, giornata dedicata ai test di accesso locale per i corsi di laurea di primo livello delle professioni sanitarie. I bus-navetta sono facilmente individuabili dagli studenti perché riportano nella veletta del mezzo la dicitura “Test Medicina”.

Tutti i candidati che decideranno di usufruire del collegamento messo a disposizione da ATP dovranno obbligatoriamente indossare correttamente la mascherina, sia nelle zone di attesa alla fermata che a bordo.  Trattandosi di navette di collegamento “riservate” non è ammesso alcun tipo di abbonamento: per ciascuna corsa di cui si usufruirà sarà necessario salire a bordo muniti di un titolo di viaggio valido, cartaceo o elettronico, della tipologia corsa semplice che dovrà essere convalidato una volta sul bus.

“La nostra azienda è sempre ben felice di collaborare con altre istituzioni, come in questo caso l’Università di Sassari, per garantire il miglior servizio possibile a centinaia di futuri studenti e studentesse che, in buona percentuale, arrivano per la prima volta in città – sottolinea il Presidente di Atp Paolo Depperu  – . Sassari è un centro che può essere largamente a vocazione universitaria, con un’economia che può godere di una notevole crescita grazie alla presenza di un ateneo così prestigioso a livello nazionale: per questo è bene pensare – così come è nel progetto dell’amministrazione a guida Campus – ad una rete di servizi cittadini per rendere il nostro comune sempre più accogliente e a misura di studente. Noi facciamo la nostra parte per contribuire nella costruzione di una città più competitiva rispetto ad altre forse più conosciute ma di certo con atenei e accademie meno blasonati dei nostri”.