Così Sassari si prepara ad un Natale diverso: fatto di luci, suoni e tanta solidarietà

Così Sassari si prepara ad un Natale diverso: fatto di luci, suoni e tanta solidarietà

Il Natale a Sassari.

Sarà senza dubbio un Natale diverso dagli altri, ma può essere anche l’occasione per riscoprirne e assaporarne il vero spirito. Partendo da questa visione il Comune di Sassari ha ridisegnato ogni progetto sulle festività, concentrandosi sulla solidarietà della comunità verso la comunità e su espressioni della festa che richiamino la magia che la contraddistingue.

Da qui lo slogan scelto dall’Amministrazione, semplice e diretto: Natale è… Solidarietà. Una solidarietà che arriverà nelle case delle famiglie che ne hanno più bisogno in una scatolina con una stella cometa, simbolo di speranza, che indossa doverosamente una mascherina, segno del momento storico e di un altro importante gesto che chiunque può e deve fare verso il prossimo.

Saranno due gli elementi che caratterizzeranno questo periodo dell’anno a Sassari: una particolare e ancora più accentuata sensibilità verso le persone più socialmente ed economicamente deboli e le luci e le musiche tipiche, che invoglieranno i cittadini a passeggiare alla scoperta di strade e piazze illuminate a festa. Tutti i dettagli sono stati presentati oggi, giovedì 3 dicembre, durante una conferenza stampa a Palazzo Ducale, dal sindaco Nanni Campus e dall’assessora alla Cultura Rosanna Arru.

Per il 31 dicembre non sarà previsto alcun concerto. Le risorse che erano state stanziate per la manifestazione in piazza saranno invece utilizzati per donare buoni spesa alle famiglie che in città ne hanno più bisogno. Si tratta di carnet del valore di 100 euro che saranno consegnati ai nuclei più numerosi (con almeno cinque componenti) e già presenti nell’elenco, vagliato dalla Guardia di Finanza, di chi ha avuto diritto ai buoni spesa della prima fase della pandemia. A questi si aggiungono le famiglie di quattro persone, anch’esse presenti nella graduatoria, che abbiano almeno due minorenni. Grazie a questi criteri individuati per aiutare i nuclei più numerosi e quelli con più giovani che più degli adulti sentono la magia del Natale, saranno 549 le famiglie raggiunte dal dono che l’Amministrazione comunale ha deciso di stanziare.

Con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente questo senso di comunità e consentire a chiunque lo desideri di partecipare, l’Amministrazione ha riattivato la raccolta fondi per famiglie che si trovano nelle fasce economicamente e socialmente più deboli. È possibile fare una donazione nel conto corrente intestato a Comune di Sassari – Servizio di Tesoreria, codice Iban IT49B0101517203000070734427 con la causale “Emergenza coronavirus” o “Natale è Solidarietà”. L’indicazione esatta della causale è fondamentale perché le risorse possano esser utilizzate per il progetto. Con quanto raccolto, il Comune distribuirà nei primi mesi del 2021 altri voucher.

A ricreare, anche in periodo di pandemia, la magia del Natale nelle piazze e nelle strade della città, ci ha pensato il settore Cultura del Comune di Sassari. “L’Amministrazione ha deciso di riproporre, anche per il 2020, la luce, simbolo di rinascita e portatrice di speranza» ha spiegato l’assessora Rosanna Arru durante l’incontro con la stampa. «Da martedì 8 dicembre al 8 gennaio, visto il gradimento espresso lo scorso anno, potranno essere ammirate le installazioni luminose a tema natalizio nelle piazze e nei luoghi più rappresentativi della città“.

Un itinerario di luci coinvolgerà le piazze del centro: dall’emiciclo Garibaldi, a piazza Fiume, da piazza d’Italia, a piazza Castello e piazza Azuni. Le suggestioni visive saranno accompagnate da un sottofondo musicale in piazza Fiume, piazza d’Italia, piazza Azuni. Saranno inoltre addobbati gli alberi in piazza Sant’Antonio, piazza Tola, piazza Cuore Immacolato, piazza Sacro Cuore. Una novità è costituita dalle proiezioni sulle facciate di alcune chiese cittadine (Madonna del Latte Dolce, Santa Maria, Cattedrale di San Nicola) che saranno illuminate con immagini di opere di particolare pregio artistico. Sempre dal 8 dicembre la borgata dell’Argentiera sarà illuminatain uno scenario suggestivo di luci, videoproiezioni, installazioni luminose e in realtà aumentata.

Inoltre l’Amministrazione comunale supporterà, anche economicamente, le iniziative natalizie proposte dai centri commerciali naturali.