Il primo film del nuovo anno è un corto ambientato a Sassari nell’era del Covid

Il primo film del nuovo anno è un corto ambientato a Sassari nell'era del Covid

Il film ambientato a Sassari.

E’ ambientato a Sassari il primo film del 2021. “Meno cinque” è il titolo del corto scritto e girato dai due registi sardi Sergio Scavio e Gianluca Naitana. La trama racconta uno scenario di vita quotidiana: i cinque minuti che precedono la chiusura di un bar nell’era Covid, che a seguito del DPCM è costretto a chiudere alle 18.

Il film è stato girato nel bar “Shardana” e vede protagonisti Antonio Ginesu nel ruolo del barista, Mauro Chessa e Nicola Rovasio in quello degli avventori. Il tutto si svolge nei cinque minuti precedenti alla chiusura dell’esercizio. Il corto cerca di raccontare quanto sia difficile, per i frequentatori dei locali e per coloro che sono soliti recarsi al bar per stare assieme agli amici, vivere ed accettare questa condizione imposta dai decreti.