Sicurezza nelle scuole in Sardegna a rischio, 2 giorni di sciopero

Casi positivi tra gli alunni, a Mores chiude la scuola media

Cobas e Unicobas Sardegna pronti allo sciopero.

Cobas e Unicobas Scuola & Università Sardegna sul piede di guerra in Sardegna dopo la decisione sull’organizzazione della scuola e delle classi a settembre. I due sindacati annunciano battaglia proclamando i primi due giorni di sciopero per il 24 ed il 25 agosto.

“In un significativo numero di istituti solerti dirigenti scolastici, fomentati dal Ministero e dall’Associazione Nazionale Presidi, hanno stracciato il contratto nazionale imponendo illegittimamente la presenza a scuola degli insegnanti nell’ultima settimana di Agosto e non rispettando la continuità delle ferie chieste nello stesso periodo dal personale non docente”, commentano i sindacati.

“Ribadiamo ciò che abbiamo chiesto con forza nell’incontro con il Governo Conte agli Stati Generali: massimo 15 alunni per classe ed assunzione di 240mila insegnanti (il terzo necessario in più per ridurre le classi), e utilizzazione degli stessi a fine pandemia per l’innalzamento dell’obbligo sino al quinto Superiore, ivi comprendendo l’ultimo anno della scuola dell’Infanzia. Per far ciò occorre ovviamente la stabilizzazione di molti più precari di quanto previsto, anche per la scuola dell’Infanzia stessa, esclusa dai concorsi banditi. Abbiamo detto no al precariato “usa e getta” (assunzioni a singhiozzo con licenziamento previste dal Ministro Azzolina in caso di nuova chiusura delle scuole). Abbiamo anche rivendicato e rivendichiamo un’indennità di rischio di 250 euro netti per i docenti ed il resto del personale”, concludono i sindacati.