Suicidio nel carcere di Bancali: “Gravi carenze di personale”

Dopo l'ultima aggressione a Bancali, qual è la vera situazione del carcere

L’Osapp contro le carenze nel carcere di Sassari.

Ennesima tragedia nel carcere di Bancali, a Sassari, dove ieri una detenuta condannata, in espiazione della pena, si è tolta la vita impiccandosi nella propria camera detentiva. A nulla è servito l’intervento della polizia penitenziaria e dei medici che non le hanno potuto salvare la vita.

La notizia è stata diffusa da Mimmo Nicotra, segretario aggiunto dell’Organizzazione Sindacale Autonoma di Polizia Penitenziaria. “Si evidenzia la grave situazione che si vive nel carcere sassarese, così come in tutta la regione. Nell’isola – continua il segretario Osapp – sono presenti 6 direttori per 11 carceri e solo alcuni commissari. Insufficienti, pur fornendo un buon servizio, grazie al personale di polizia penitenziaria presente“.

Ora i familiari della donna, C. G., 40enne sassarese, chiedono di far luce sulla vicenda. Chiarezza che potrà arrivare da un’eventuale inchiesta della Procura della Repubblica.