Più tamponi, risultati più veloci e attivazione della terapia intensiva di Alghero

Incidente ad Alghero, due auto si scontrano all'incrocio: un ferito

Le richieste del sindaco Conoci.

Più tamponi velocizzando le tempistiche dei risultati e l’attivazione immediata del reparto di Terapia Intensiva di Alghero. Sono queste le richieste del sindaco Mario Conoci inviate in una lettera all’assessore alla Sanità Mario Nieddu, al commissario dell’Ats Giorgio Steri, al direttore sanitario dell’area Assl Marcello Mocci e al direttore del presidio ospedaliero Antonio Cossu.

Il sindaco chiede più tamponi e una riduzione dei tempi degli esiti nei confronti di tutto il personale, i pazienti e gli ospiti rispettivamente dell’ospedale di Alghero e, a titolo precauzionale, delle case residenziali per anziani della città.

Una serie di misure “necessarie ed indispensabili al fine di stroncare possibili eventuali focolai presso il presidio ospedaliero di Alghero e le strutture per anziani dove, analogamente a quanto si sta riscontrando anche altrove, si rilevano le criticità più gravi e preoccupanti. Sarebbe così possibile pianificare l’eventuale adozione di efficaci misure di contenimento della diffusione del virus”.

Non meno importante, ancora, l’attivazione del Reparto di Terapia Intensiva di Alghero, “per la cui apertura – insiste Mario Conoci –  vi chiedo un intervento immediato non più procrastinabile e quanto mai necessario, con  l’urgenza di ricevere un Vostro positivo e fattivo riscontro al riguardo”.