A Tissi il test seriologico del Comune che scopre se hai il coronavirus

I contagi restano contenuti, la Sardegna supera le mille morti da Covid

Il test per il coronavirus a Tissi.

Per accompagnare la ripresa delle attività all’insegna della sicurezza, l’amministrazione comunale di Tissi si è impegnata a far somministrare il test sierologico che scova l’eventuale presenza di coronavirus. Nello specifico, attraverso la ricerca nel sangue degli anticorpi anti-Sars-Cov-3, IgG e IgM, i dipendenti comunali, negozianti, volontari della protezione civile, compagnia barraccellare e amministratori potranno sapere se sono o meno positivi.

“Questo è solo l’ultimo tra una serie di interventi realizzati nell’attuale fase di emergenza sanitaria per accompagnare la ripresa delle attività economiche in quanto abbiamo come denominatore comune la sicurezza, allo scopo di garantire alla comunità e ai propri operatori percorsi di accesso ai servizi e agli ambienti di lavoro il più possibile sicuri – ha spiegato il sindaco Gian Maria Budroni -. Ci siamo avvalsi della professionalità della dottoressa Daniela Scarpa che ringraziamo. I test hanno avuto lo scopo di consentire una visione più chiara, circoscrivere eventuali situazioni di contagio, se ce ne fosse stata la necessità, e fornire dati significativi per le indagini epidemiologiche sull’andamento della pandemia”.

L’iniziativa rientra tra quelle individuate e definite dal Comune per la sicurezza Covid-19 Fase 2 nei luoghi di lavoro e non solo, individuare le prescrizioni e le misure da adottare in questa fase al fine di ridurre al minimo il rischio di contagio del personale. Oltre ai test sierologici e alle sperimentazioni già in corso, sul distanziamento tra le persone e sul controllo della temperatura con termoscanner e tutte le indicazioni per poter accedere agli uffici, modalità di lavoro e formazione.

Restano sempre in vigore le norme di comportamento che devono seguire i lavoratori, i quali non devono prendere servizio se la temperatura corporea è superiore ai 37,5 gradi. L’obbligo di utilizzare mascherine e guanti, o altri dispositivi, igienizzare le mani e il distanziamento fisico nelle situazioni in cui è richiesto.