Medici di Sassari preoccupati dalla curva epidemica: “Il tracciamento dei contatti sempre più difficile”

"Siamo in guerra, ma non perdiamo l'unità", l'appello dell'ordine dei medici di Sassari

L’allarme del presidente dell’Ordine dei medici Addis.

“Sono estremamente preoccupato per l’evolvere della curva epidemica, che registra ogni giorno dei dati sempre più alti. Soprattutto allarma la difficoltà nel tracciamento dei contatti. Questo costituisce l’elemento principale della lotta al COVID 19″, afferma Nicola Addis, presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Sassari. Il tracciamento si sta dimostrando difficoltoso in ragione del numero sempre più alto dei positivi, molti dei quali asintomatici e trovati positivi durante screening.

“Dato l’alto numero di questi, diventa poi difficile, a volte impossibile risalire alle persone con le quali hanno avuto un contatto. Questa è per me fonte di grande preoccupazione, soprattutto nel ruolo che ricopro di presidente di un ente pubblico che si occupa soprattutto di tutela della salute”, prosegue Addis. La recrudescenza della pandemia coincide anche con un particolare momento dell’Ordine, ovvero il rinnovo degli organi istituzionali dell’Ordine, che devono avvenire in presenza. 

Un rischio troppo alto, secondo il presidente dell’Ordine. “Per questo motivo ho deciso di scrivere al Governo ed alla Regione Sardegna, in quanto un loro provvedimento, giustificherebbe un eventuale sospensione e rinvio delle votazioni, senza esporre l’Ordine ad un commissariamento se l’adempimento di rinnovo degli Organi Elettivi non si compisse entro il 31 di dicembre”, conclude Addis.