Italbasket a Tokyo, Spissu primo cestista sassarese alle Olimpiadi

Italbasket a Tokyo, Spissu primo cestista sassarese alle Olimpiadi

La nazionale italiana di basket, sconfiggendo ieri la Serbia, conquista il traguardo delle Olimpiadi di Tokyo.

Italbasket a Tokyo con un pezzo di Dinamo. Ieri, alla Aza Nikolic Hall di Belgrado, la vittoria degli azzurri per 102 a 95 contro i più quotati serbi e ticket staccato per le Olimpiadi dopo 17 anni di assenza. Un successo che porta anche la firma biancoblu grazie agli ex Achille Polonara, vincitore col Banco della Fiba Europe Cup nel 2019, e Meo Sacchetti, ct della nazionale e coach artefice dello scudetto sassarese nella stagione 2014-2015. In Giappone ci andrà anche Marco Spissu, play Dinamo, ieri assente per un infortunio muscolare e, in ogni caso, tra gli artefici della cavalcata tricolore verso il Sol Levante.

Un risultato storico: mai nessun cestista sassarese, e sardo, ha disputato le Olimpiadi a eccezione di Nunzia Serradimigni che partecipò all’edizione di Mosca del 1980. E nella storia, al di là della retorica sportiva, va anche inserita la prestazione dei dieci azzurri, capaci di schiantare la Serbia e sfatare i pronostici sfavorevoli. Merito di una difesa coriacea e di una percentuale impressionante dall’arco, leit motiv condotti in particolare nel primo tempo e mantenuti, prima dell’inevitabile arrembaggio dei padroni di casa, arrivando anche al + 19 a inizio ripresa. Team coeso in ogni sua componente ma da segnalare il rendimento super di Nico Mannion, 22 punti per lui, in crescita esponenziale in Nba alla corte di Stephen Curry e dei Golden State Warriors.

Col rosso play figlio d’arte sugli scudi anche l’Mvp Lega Stefano Tonut, Simone Fontecchio, che ieri ha zittito i suoi critici, Polonara con 21 punti, Melli e Tessitori. Applausi e acclamazioni anche, e soprattutto, per Sacchetti. Sempre in discussione e in bilico, ieri ha dato l’ennesima prova della sua capacità raggiungendo quel traguardo olimpico che nemmeno il celebrato Ettore Messina, tra quelli in predicato di sostituirlo sulla panchina tricolore, sono riusciti ad ottenere. Ora si va a Tokyo per il torneo in programma dal 25 luglio al 7 agosto. Primi avversari dell’Italbasket nel girone d’inizio Australia, Germania e Nigeria.