La musica protagonista ad Alghero con 5 concerti per l’estate

La musica protagonista ad Alghero con 5 concerti per l'estate

Gli appuntamenti per l’estate ad Alghero.

Musiche tradizionali e contaminazioni contemporanee. Strumenti antichi e sound moderni. Ci propone un viaggio dal passato ai giorni nostri l’Associazione Musicale Laborintus, che con gli appuntamenti inseriti all’interno del cartellone estivo promosso dalla Fondazione Alghero, tocca diverse epoche e differenti generi musicali. Cinque i concerti in programma, da venerdì 23 luglio a sabato 14 agosto.

Si parte venerdì 23 luglio alle 21 e 30 con “Musicalimba” dei Cordas e Cannas, che si esibiranno nella cornice del Nuraghe Palmavera. Inserito all’interno del Terra Muda Tour 2021, il concerto affonda nelle radici culturali della musica sarda, contaminata da armoniosi intarsi sonori, dall’incontro con le lingue minoritarie e con canzoni di appartenenza. Sul palco saliranno Bruno Piccinnu, voce e percussioni, Francesco Pilu, voce, flauto, organetto e launeddas, Lorenzo Sabattini, basso fretless, Sandro Piccinnu, batteria, Gianluca Dessì, chitarra e mandola e Alain Pattitoni, chitarra acustica ed elettrica. 

Sarà ancora il Villaggio Nuragico di Palmavera a fare da sfondo al secondo dei concerti in programma, “Trobar amor”, previsto per le ore 21 e 30 di venerdì 30 luglio. Il concerto, dedicato all’amore cortese, vede protagonisti troubadours antichi e moderni, dal Medioevo ai giorni nostri, da Guglielmo d’Aquitania a Georges Brassens, da Guido Cavalcanti a Franco Battiato. Insieme all’Ensemble Laborintus, composto da Antonio Pitzoi alla chitarra, Angelo Vargiu al clarinetto, Simone Sassu alle tastiere, Lorenzo Sabattini al basso e Andrea Lubino alle percussioni, Claudio Gabriel Sanna, mandola e voce, e Maria Antonietta Azzu, voce recitante. 

Il cartellone prosegue il 7 agosto alle 21 e 30 con “Visioni di Segundo” di Marco Valentino, una serata dedicata ai film muti del catalano Segundo de Chomom, visionario precursore degli effetti speciali. La colonna sonora, composta di brani originali  firmati da Valentino e da brani tradizionali catalani, accompagnerà le immagini cinematografiche di inizi ‘900. Insieme a Valentino, voce, violino, tastiere, saliranno sul palco Marcello Peghin, chitarre, Simone Sassu, tastiere e fisarmonica, Lorenzo Sabatini, basso e Paolo Zuddas, batteria e percussioni.

Il 13 agosto Laborintus si sposta a Lo Quarter, dove presenta alle 21 “Antìstasis”, il nuovo disco dei Tazenda, che si compone di 11 brani inediti cantati in sardo-logudorese e in italiano. Un progetto musicale che vede dialogare l’elettronica dei giorni nostri con le suggestioni delle launeddas, gli ottoni e l’arpa con le tastiere, in un fondersi di digitale e tradizionale. Non mancheranno i brani più noti della band, da “Spunta la luna dal monte” a “Pitzinnos in sa gherra”, da “Nanneddu meu” a “Mamoiada”. Gino Marielli, Gigi Camedda e Nicola Nite saliranno sul palco del Nuraghe Palmavera anche il 14 agosto alle 21, in chiusura degli appuntamenti di Laborintus nel cartellone dell’estate algherese. “Arkeos Tazenda” è uno spettacolo in cui immagini, musica e parole si fondono per raccontare la Sardegna e il suo straordinario patrimonio archeologico e culturale.  

Per informazioni e prenotazioni si può contattare la segreteria di Laborintus al numero 3498024059