Ardara piange la morte di suor Flavia, maestra di tre generazioni e religiosa amatissima

Ardara piange la morte di suor Flavia, maestra di tre generazioni e religiosa amatissima

Originaria di Orune, era ad Ardara dal 1954.

Si è spenta ieri all’età di 85 anni, dopo mesi di malattia, la maestra di tutta la comunità ardarese. Era originaria di Orune Maria Eufemia Pigliaru, che tutti conoscevano come Suor Flavia.

Nel 1954 arriva ad Ardara, dopo aver già prestato la sua opera misericordiosa nell’ordine delle figlie di Gesù Cristo di Tempio e laureatasi in teologia, inizia ad insegnare ai bambini della scuola materna e della scuola media del piccolo comune del sassarese. Nella sua prima classe, tra quei piccoli dai due anni e mezzo in sù che accoglieva nel plesso scolastico, c’era anche Giampaolo Nuvoli.

Era una donna autoritaria, ma generosa al punto che se qualcuno non poteva pagare la retta dell’asilo, arrivava a pagarla di tasca sua. Donna ed insegnante ben voluta ed amata e rispettata da tutti.

“Dal 1954 ha insegnato a tre generazioni di ardaresi“, racconta affranto il sindaco di Ardara Francesco Dui, “e sono certo che è proprio grazie al suo insegnamento, che molti miei concittadini non abbiano preso strade sbagliate e che siano persone che hanno voglia di lavorare e vivere in modo onesto. Questo credo sia il suo più grande merito, il modo in cui ha educato la nostra comunità e infatti tutti la ricordano con affetto, compresi coloro che oggi ad Ardara non vivono più e sono emigrati per motivi di lavoro”, conclude Dui.

Negli ultimi mesi suor Flavia era stata trasferita in una struttura a Sassari, non potendo più svolgere la sua attività di insegnamento ed ecclesiastica, che peraltro ha portato avanti sino allo scorso anno. I funerali si svolgeranno domani e in occasione degli stessi, il sindaco Dui ha proclamato il lutto cittadino.