Associazioni imprenditoriali e sindacati uniti per la ripresa di Sassari

Associazioni imprenditoriali e sindacati uniti per la ripresa di Sassari

La presentazione del “Position paper”.

Il “Position paper” è un documento che prende spunto dalla programmazione comunitaria 2021-2027 e dal Recovery Fund che la Camera di Commercio di Sassari, nei giorni scorsi, ha predisposto con il contributo attivo delle associazioni imprenditoriali e delle organizzazioni sindacali del nord Sardegna. Tutti uniti per un unico percorso di rilancio e ripresa.

Il documento.

E’ più di un documento, è il compendio di tutta una serie di azioni che delineano cosa fare, il perché e come. Il percorso per la definizione degli obiettivi e delle strategie, infatti, grazie al coinvolgimento di molteplici rappresentanze del mondo socio-economico del territorio, ha permesso l’analisi di contesto da cui sono emersi i bisogni più rilevanti non solo del mondo imprenditoriale, ma dell’intera collettività.

Il “Position paper” individua obiettivi e missioni e insieme a questi, programmi strategici di sistema che si intende seguire. Questi ultimi rappresentano le azioni e le finalità di queste ultime relative ai processi da avviare e condurre.

Le parole del presidente.

“E’ un passaggio quasi epocale – è intervenuto il presidente della Camera di Commercio, Stefano Visconti, al tavolo della conferenza stampa nsieme alla vicepresidente, Maria Amelia Lai – per un territorio eterogeneo che ha scelto la Camera di Commercio per portare avanti un percorso che raggiunga obiettivi importanti e che ha deciso di stare unito in un progetto di sviluppo locale. Che punta al rilancio del nostro territorio abbracciando trasversalmente tutte le componenti del sistema economico che lo caratterizzano“.

Di cosa si tratta.

In breve, il “Position paper” rappresenta una novità assoluta per il nord Sardegna che in fase di definizione di strategie e obiettivi, di azioni da porre in essere, ha agito da sistema. Il “position paper” disegna in futuro del territorio nelle prospettive legate all’innovazione, alla semplificazione e alla sostenibilità a beneficio dell’ecosistema imprenditoriale.

Dalla rigenerazione urbana, alla transizione digitale, passando l’individuazione del nord Sardegna come destinazione turistica fino alla nascita di un vero e proprio hub destinato ad imprese e istituzioni territoriali. Sono questi alcuni, tra i più rilevanti, elementi del documento di programmazione territoriale cui si associano numerosi altri percorsi di sicuro impatto per lo sviluppo e il rilancio del nord Sardegna come le infrastrutture, la sostenibilità, l’economia legata al mare e la cultura d’impresa.

Alla presentazione hanno preso preso parte insieme ai vertici camerali, per il Cips il presidente Valerio Scanu, per il Cipnes il presidente Gianni Sarti, in rappresentanza del Tavolo delle attività produttive del nord-ovest Battista Cualbu e Pierluigi Ledda e per il Tag Gallura, Federico Fadda.