Discoteche chiuse a Sassari, ma nelle spiagge e nei locali si balla ancora

Discoteche chiuse a Sassari, ma nelle spiagge e nei locali si balla ancora

La movida in provincia di Sassari.

Chi fermerà la musica? Ma soprattutto, chi fermerà il popolo della notte il fine settimana? Le discoteche di Sassari, così come nel resto d’Italia, rimangono chiuse, nonostante l’introduzione del Green pass obbligatorio, ma sono numerosi i locali, da Platamona a Porto Torres, passando per Alghero e Ozieri, in cui si balla contravvenendo alle norme anticontagio da Covid-19.

Discoteche a cielo aperto.

La spiaggia di Platamona il fine settimana si trasforma in una discoteca a cielo aperto. Se l’attenuante è che si tratta di manifestazioni all’aperto, resta sempre il malcontento dei gestori delle sale da ballo e disco-pub. Soprattutto alla luce del fatto che le riaperture sono state promesse e mai concretizzate. Stessa identica situazione a Porto Torres e Alghero che, essendo località di mare, attirano e invogliano i più giovani a scatenarsi nei lidi, se non anche nei bar convertiti a discoteche.

Si balla anche nei privé.

Chiuse le piste i più giovani ballano nei privé dei locali, come avviene ad esempio a Sassari, in barba al rispetto delle più basilari norme anticontagio. Situazioni ben conosciute e mai represse, che incidono fortemente sull’esponenziale aumento delle positività nell’isola.