Dall’evasione fiscale alla lotta contro il traffico di droga, l’anno intenso della Guardia di finanza di Sassari

Scoperto un rivenditore di materiale edile di Sorso sconosciuto al fisco

Il bilancio della Guardia di finanza di Sassari.

Le celebrazioni del 247° Anniversario della Fondazione della Guardia di Finanza che si sono tenute a Sassari hanno dato l’occasione anche per un bilancio delle operazioni e dei risultati conseguiti nel 2020 dalla Fiamme Gialle.

Evasioni e frodi.

Sono stati 1.750 gli interventi ispettivi in materia di evasioni fiscali e frodi che hanno permesso di riscontrare 16 reati fiscali principalmente riferibili all’utilizzo di fatture false, all’occultamento delle scritture contabili e all’omessa dichiarazione.

Il valore dei beni sequestrati nella passata annualità per reati in materia di imposte dirette e IVA è di oltre 5,8 milioni di euro. Sono 3 i casi di evasione fiscale internazionale scoperti, principalmente riconducibili a stabili organizzazioni occulte, a manipolazione dei prezzi di trasferimenti, alla fittizia localizzazione all’estero della residenza fiscale di persone fisiche e giuridiche e all’illecita detenzione di capitali oltreconfine.

Non meno significativo è l’impegno del Corpo nel contrasto all’economia sommersa, come testimonia l’individuazione di 39 soggetti sconosciuti al Fisco (evasori totali), recuperando oltre 24 milioni di euro di base imponibile non sottoposta a tassazione.

Inoltre, sono stati verbalizzati 16 datori di lavoro per aver impiegato 22 lavoratori in “nero” o irregolari. Ammontano, invece, a 24 gli interventi svolti nel settore delle accise. Parimenti intenso è l’impegno dei Reparti nell’attività di controllo doganale: nel 2020 sono stati eseguiti 17 interventi di cui 2 in materia di tabacchi lavorati esteri, riscontrando 15 violazioni ed eseguendo 2 denunce. Nel settore del gioco illegale ed irregolare, sono stati eseguiti 26 controlli.

La spesa pubblica.

Nel corso del 2020 la Guardia di Finanza ha dedicato una particolare attenzione agli illeciti in materia di spesa pubblica e a tutte le condotte che, mettendo a rischio la legalità e la trasparenza che devono connotare l’azione della Pubblica amministrazione, pregiudicano la corretta allocazione delle risorse, favorendo sprechi, truffe, malversazioni e indebite percezioni.

In 240 interventi complessivamente svolti le frodi scoperte dai Reparti in danno del bilancio nazionale e comunitario nonché nel settore della spesa previdenziale, assistenziale e sanitaria sono state pari a quasi 2,9 milioni di euro, con 168 soggetti denunciati.

Contrasto alla criminalità organizzata.

Nel corso del 2020, con riferimento ai risultati conseguiti in applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 3 soggetti, ed ammonta ad oltre 3 milioni di euro il valore dei beni mobili, immobili, aziende, quote societarie e disponibilità finanziarie proposti all’Autorità Giudiziaria per il sequestro

Sono stati eseguiti oltre 639 accertamenti a seguito di richieste pervenute dai Prefetti della Repubblica, la maggior parte dei quali riferiti alle verifiche funzionali al rilascio della documentazione antimafia.

Sono stati, poi, eseguiti ai confini marittimi 559 controlli volti a verificare il rispetto delle norme sulla circolazione transfrontaliera di valuta da parte dei soggetti in entrata o in uscita dal territorio dell’isola con a seguito denaro contante per un importo di oltre 3 milioni euro. Con particolare riguardo al campo dei reati fallimentari sono stati verbalizzati 22 soggetti scoprendo patrimoni distratti per oltre 6 milioni di euro.

Contrasto al traffico di stupefacenti.

Nel corso del 2020 la Guardia di Finanza ha proceduto al sequestro, complessivamente, di oltre 74 chili di sostanze stupefacenti di cui oltre 35 chili di hashish e marijuana, oltre 28 chili di cocaina e 2,3 chili di eroina e oltre 8,3 chili di altre droghe e 3 mezzi utilizzati per i traffici illeciti della specie, arrestando 23 trafficanti e corrieri.

Ordine e sicurezza pubblica.

A seguito dell’emergenza epidemiologia, la Guardia di Finanza, unitamente alle altre Forze di Polizia, ha assicurato l’attuazione delle misure di contenimento della pandemia eseguendo circa 450 controlli, che hanno consentito di sanzionare 130 soggetti e di denunciare all’Autorità Giudiziaria, a vario titolo, 21 responsabili.

Per i reati di contraffazione e frode in commercio nonché per violazioni alle norme in tema di sicurezza prodotti, sono stati denunciati 10 soggetti per i reati di frode in commercio, vendita di prodotti con segni mendaci, truffa, falso e ricettazione, con il sequestro di oltre 74 mila mascherine e dispositivi di protezione individuale e 41 confezioni di igienizzanti.