Maxischermo accesi e locali pieni, Sassari si ferma per la finale dell’Italia agli Europei

Maxischermo accesi e locali pieni, Sassari si ferma per la finale dell’Italia agli Europei

Sassari si prepara per la finale degli Europei.

Tutto pronto a Sassari per la finale degli Europei 2021. La città si ferma per tifare la nazionale italiana che, alle 21, scenderà in campo, nello stadio londinese di Wembley contro l’Inghilterra. Da ore fervono i preparativi nei locali sassaresi per l’accoglienza dei clienti e l’installazione degli schermi su cui vedere la partita. Alcuni ne prevedono quattro, due all’interno e due all’esterno, altri innalzano tele e attrezzano proiettori o, come in piazza d’Italia, montano un 3 metri per 2 con led e 4 k.

La nota costante è una sola: “Tutto prenotato. Siamo pieni”. E c’è chi preferisce lavorare solo all’esterno per sicurezza: “Meglio lavorare in sicurezza anche se ho dovuto mandare via molti clienti”, spiega un ristoratore di piazza Fiume mentre passano due ragazzi in motorino danno fiato all’eterna tromba comune a ogni epoca del tifo calcistico. Molte le bandiere tricolori appese o sventolate, in particolare al centro storico dove, in alcuni angoli, le si vede in coppia con quella della comunità europea. Per chi ne fosse sprovvisto, alcuni extracomunitari ne fanno commercio a prezzi modici.

Intanto, a un’ora dal fischio d’inizio, si moltiplicano, dai balconi, dalle strade e dalle macchine in corsa, le urla di “Forza Italia” seguite dell’ormai iconico “po-po-po.” Inevitabili i pronostici, comprese le ipotesi di punteggio- dal 3 a 0 al 2-1, sempre a favore degli azzurri- e il sogno di un gol firmato dall’idolo isolano. “Segna Nicolò Barella”, sono pronti infatti a scommettere in tanti e a zittirsi subito dopo con gesti scaramantici. Ma qualcuno insiste allargando la platea dei trionfatori: “Chi vince? Noi sardi!”