Lo strazio per la morte della piccola Anita, caduta dal balcone di casa: “Era il senso di tutto”

Lo strazio per la morte della piccola Anita, caduta dal balcone di casa: "Era il senso di tutto"

Il dolore per la morte di Anita a Sassari.

“La gravidanza non fa per me, la mia iperattività è stata duramente messa alla prova… Quando l’ho baciata per la prima volta, l’avrei affrontata altri milioni di volte. Anita è il senso di tutto”. Con queste parole dolcissime e piene d’amore, la madre Gloria Reggiani solo qualche mese fa, descriveva come aveva vissuto la sua prima gravidanza e poi la nascita della piccola Anita, che ora ha due anni e mezzo.

La tragedia a Sassari.

Da ieri pomeriggio ad Anita è stata diagnosticata la morte encefalica ed i genitori Gloria e Giuseppe Porqueddu hanno autorizzato l’espianto degli organi, che si protrae nel reparto di Rianimazione del Santissima Annunziata di Sassari da diverse ore ormai.

La donazione degli organi.

La piccola Anita rivivrà così grazie a questo atto d’amore del padre e della madre, in altri individui. Lei, bimba solare, con il viso bellissimo ed i capelli scuri, ha provato a lottare da lunedì pomeriggio con tutte le sue forze contro i destino crudele. Ma nonostante i due interventi chirurgici al cervello subiti, alla fine gli stessi medici si sono dovuti arrendere alla triste realtà.

I genitori di Anita sono due persone molto note in città. Il padre Giuseppe è anche consigliere nazionale del CSI, Centro Sportivo Italiano e presidente provinciale del CSI di Sassari. Tantissimi messaggi di cordoglio sono giunti ai genitori ed alla famiglia, proprio dalle tante squadre di calcio non solo del sassarese, che conoscono ed apprezzano la coppia.

La madre Gloria, lavora nell’ambito della Scienza dell’alimentazione, tra le altre per l’associazione Canne al vento, ed è una donna da sempre molto attiva anche nella lotta dei disturbi alimentari. La coppia è in attesa di un’altra bambina, che nascerà a breve. Tutta la città di Sassari e non solo è rimasta sgomenta di fronte a questa tragedia.