Il giorno dopo il grande incendio di Porto Torres: stop agli eventi, le indagini e la paura inquinamento

Il giorno dopo il grande incendio di Porto Torres: stop agli eventi, le indagini e la paura inquinamento

La decisione del sindaco di Porto Torres Wheeler.

Non bastano le rassicurazioni del sindaco di Porto Torres, Sean Christian Wheeler, a placare gli animi dei cittadini dopo il devastante incendio di ieri mattina. Rimangono numerose perplessità e aumentano le paure nonostante il vento di libeccio pare abbia scongiurato il peggio.

“Il Centro operativo comunale è sempre operativo. Era operativo stanotte e lo è tutt’oggi. Ho chiesto con forza accertamenti urgenti sulle condizioni dell’aria. Sono state predisposte e inviate le richieste ai Vigili del Fuoco, all’Arpas e alla Provincia di Sassari – ha affermato il primo cittadino -. Sempre a titolo precauzionale, invito i cittadini a uscire il meno possibile dalle case in attesa dell’esito dei rilievi svolti dagli enti competenti”.

Proprio le prime rilevazioni dell’Arpas ieri erano tutt’altro che incoraggianti. Il rischio di un disastro ambientale sembrava sempre più concreto. Fintanto che il vento di libeccio ha diretto il nuvolone di vernici, solventi e rifiuti speciali verso il mare.

Ma c’è un altro rischio e riguarda l’acqua. L’incendio è stato spento con migliaia di litri d’acqua diventata inquinante, dopo essere venuta a contatto con vernici, solventi e rifiuti speciali. Nonostante i tombini siano stati prontamente sigillati e il fiume tossico allontanato dallo sbocco a mare, si dovrà continuare a monitorare con attenzione l’area che dalla scorsa notte è interessata dal maltempo.

Si indaga ancora sulle cause dell’incendio scoppiato nel capannone. Oggi un nuovo sopralluogo dei vigili del fuoco insieme ai carabinieri servirà a mettere un altro tassello sulle eventuali responsabilità e far propendere le indagini verso la tragica fatalità o il dolo. Intanto, a causa dell’incremento dei venti verso l’insediamento urbano e per precauzione e a tutela della salute dei cittadini, il sindaco Wheeler ha firmato un’ordinanza che dispone l’annullamento delle manifestazioni di intrattenimento previste e la sospensione di qualsiasi attività svolta all’esterno dei locali pubblici sino a nuova comunicazione. 

“I fumi dell’incendio non si sono ancora completamente dispersi – ha sottolineato Wheeler – e in virtù anche delle condizioni meteo che prevedono venti in crescita nei prossimi minuti in direzione del centro urbano, siamo stati costretti a disporre l’annullamento delle manifestazioni. Si invitano, pertanto, i cittadini a non uscire e a rimanere in casa fino a nuova comunicazione”.