Proteste a Sassari per l’arresto dell’ex presidente Puigdemont. Attesi in piazza un migliaio di catalani

Proteste a Sassari per l'arresto dell'ex presidente Puigdemont. Attesi in piazza un migliaio di catalani

Proteste a Sassari per l’arresto dell’ex presidente catalano.

Gli indipendentisti della Sardegna fanno quadrato intorno all’ex presidente della Catalogna, Carles Puigdemont, arrestato ieri sera all’aeroporto di Alghero ottemperando ad un mandato di cattura europeo. Stamane, a partire dalle 9, diverse decine di separatisti hanno chiesto l’immediata liberazione davanti alla Corte d’Appello, in via Budapest, a Sassari. Hanno preso parte alla protesta iRS – indipendentzia repubrica de Sardigna, ProgReS e Torra.

La manifestazione.

L’arrivo di Puigdemont in Sardegna era previsto per una manifestazione internazionale dedicata al folk catalano. Le migliaia di persone in arrivo nella Riviera del Corallo, e che avrebbero dovuto partecipare al convegno, si sposteranno davanti alla Corte d’Appello di Sassari dove è attesa l’udienza di convalida dell’arresto.

L’arresto.

All’arrivo all’aeroporto di Alghero il presidente catalano in esilio Carles Puigdemont è stato arrestato dalla polizia. Ad aspettarlo ha trovato numerosi agenti. Il presidente ha trascorso la notte in commissariato e oggi sarà a disposizione degli organi giudiziari. La decisione delle autorità italiane di arrestarlo è stata adottata in base allo stesso ordine di cattura europei che la Spagna ha presentato al Tribunale generale dell’Unione Europea, ma che però era stato sospeso. Il Tribunale europeo, infatti, aveva restituito al presidente la sua immunità in qualità di eurodeputato. Nonostante ciò il Tribunale gli aveva tolto nuovamente l’immunità perché non c’erano rischi di arresto visto che i giudici spagnoli avevano assicurato che gli ordini di cattura contro di lui erano sospesi.