A Sassari fare la spesa costa più caro

  • di
Ad Alghero altri 200mila euro in buoni spesa per le famiglie in difficoltà

L’indagine di Altroconsumo a Sassari.

Per molti italiani la spesa è anche la ricerca della convenienza, tra volantini App e offerte, le famiglie sono da sempre molto attente al risparmio, soprattutto in questi tempi di crisi e di bollette di gas e luce in aumento. Ma quanto si può realmente risparmiare nei supermercati di Sassari? Poco Purtroppo.

A dirlo è un’indagine di Altroconsumo che ha analizzato il costo dei prodotti in settanta città, 1.148 punti vendita tra supermercati, ipermercati e discount, oltre 1,6 milioni di prezzi rilevati per 125 categorie di prodotti, tra alimentari, per la cura della persona, della casa e pet food.

Da questa analisi emerge che proprio Sassari, insieme a  Potenza, Pesaro, Pistoia, Reggio Calabria, Foggia, sono le città dove c’è meno concorrenza . Cambiando supermercato, i prezzi restano sempre allo stesso livello e comunque piuttosto cari. Considerando la spesa media delle famiglie al supermercato secondo i dati Istat nel 2020 è stata di 6.843 euro, scegliendo il supermercato più economico a Sassari si risparmiano 131 euro, cioè solo il 2%.

Un dato estremamente basso contando che il risparmio massimo, nelle città più convenienti, può arrivare fino al 20% circa se si sceglie il punto vendita più economico invece di quello più caro: siamo, appunto, a 1.700 euro l’anno in provincia di Rovigo (1.720 per la precisione), 1.523 euro a Reggio Emilia e Modena, 1.400 euro a Brescia e Ravenna e 1.258 a Verona. 

Nell’indagine italiana Eurospin il discount più conveniente per la spesa mista, Aldi per quella economica. Nella spesa di articoli di marca primeggiano Carrefour, Spazio Conad e Famila.