Suonano i campanelli e tentano di entrare in un’abitazione: arrestate 2 donne

Estorsione e furti, in 3 a Sassari finiscono in manette

L’atteggiamento delle 2 giovani ha insospettito gli agenti.

Con l’arrivo della stagione estiva sono stati disposti anche i controlli della polizia di Cagliari sono stati potenziati per prevenire la commissione dei reati. Proprio ieri mattina gli agenti dei Falchi hanno tratto in arresto per tentato furto in un’abitazione due donne di 24 e 22 anni, di origini Rom ma residenti in provincia di Oristano.

Nella mattina di ieri, mentre stavano transitando in via Petrarca a Cagliari, l’attenzione degli agenti è stata attirata dall’atteggiamento sospetto di due donne straniere, una delle quali incinta.

Le due donne sono state seguite ed osservate mentre suonavano diversi campanelli tentando di entrare nei condomini del quartiere. Dopo svariati tentativi sono riuscite ad entrare in una palazzina di via De Medici e, una volta che si sono accertate dell’assenza dei proprietari, hanno tentato di aprire la porta di un’abitazione.

A questo punto l’intervento dei poliziotti è stato provvidenziale perché dopo essere state bloccate sono state controllate e trovate in possesso del “kit del topo d’appartamento” composto da pezzi di plastica rigida di forma ovoidale (usati come lastre per l’apertura delle porte con azione diretta sul meccanismo di serratura), guanti in lana per non lasciare impronte ed oggetti per la custodia della refurtiva.

Le due donne una di 24 anni e l’altra di 22 sono state tratte in arresto e poste a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne disponeva gli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.