Il litigio, le coltellate all’ex e poi il suicidio, Sennori sotto choc dal tentato femminicidio – CHI È LA COPPIA

Il litigio, le coltellate all'ex e poi il suicidio, Sennori sotto choc dal tentato femminicidio - CHI È LA COPPIA

Il tentato femminicidio a Sennori.

Il giorno dopo il tentato femminicidio, Sennori è un paese sconvolto. Quasi tutti conoscono Piera Muresu, brutalmente aggredita ieri sera con un coltello o forse un cacciavite dall’ex compagno, Adriano Piroddu, che poi si è tolto la vita impiccandosi in un garage.

La richiesta di soccorso.

L’aggredita si sarebbe presentata, in stato di choc, nel campo sportivo del paese, intorno alle 18:30, affermando ai volontari del 118 di esser stata raggiunta da un colpo di arma da fuoco. Il personale sanitario, compresa la gravità della situazione, l’ha accompagnata d’urgenza all’ospedale civile dove ha trascorso la notte in osservazione ed in prognosi riservata. I fendenti le avrebbero provocato una emorragia interna e si è reso necessario il trasferimento nel reparto di Rianimazione dove lotta tra la vita e la morte.

Le indagini.

Sul campo sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Porto Torres, guidati dal capitano Danilo Vinciguerra, sotto la quale ricade la stazione di Sennori, che hanno avviato le indagini per risalire al colpevole. L’aggressione sarebbe avvenuta nella casa della donna, ma le ricerche si sono concluse drammaticamente. Il corpo senza vita di Adriano Piroddu è stato trovato all’interno di un garage.

Una coppia difficile.

Piera e Adriano non stavano più insieme da tempo. Hanno provato diverse volte a ricucire il rapporto tormentato. E il movente del tentato femminicidio potrebbe celarsi proprio dietro l’ennesima litigata. Un raptus o forse un gesto premeditato, sulla quale indagano senza sosta i militari dell’Arma.

L’incredulità.

La notizia dell’aggressione ha raggiunto gli abitanti in pochi minuti, tra l’incredulità e lo sconcerto. Piera è conosciuta come una persona solare, schiva e al tempo stesso premurosa. Adriano, invece, come un gran lavoratore. Un buon idraulico, sempre disponibile e capace di strappare un sorriso. La sua vita si è conclusa drammaticamente, ieri sera, dopo aver aggredito l’ormai ex compagna. Forse inconsapevole che la donna fosse ancora viva, ha posto la parola fine ad una vicenda di per se tragica.