Le voci bianche della Canepa premiato come miglior coro “virtuale” giovanile italiano

Le voci bianche della Canepa premiato come miglior coro “virtuale” giovanile italiano

La Corale Canepa premiata a Riccione.

Il Coro di voci bianche della Corale Canepa di Sassari è stato premiato al concorso “Le allegre note” di Riccione come miglior “virtual choir” italiano. La cerimonia di premiazione del concorso si è tenuta quest’anno a distanza, a causa delle restrizioni dovute al Covid.

I cori da tutta Italia hanno inviato i video delle loro esibizioni, “in presenza” ove possibile; le Voci bianche della “Canepa” hanno invece partecipato nella categoria speciale “virtual choir”, con i coristi guidati a distanza dal maestro Salvatore Rizzu, in una modalità sviluppata per tenere viva la passione per la musica, messa in pratica nei difficili mesi del lockdown.

I giovani coristi sassaresi hanno raggiunto la vetta della classifica conquistando il secondo premio (primo non assegnato) con i brani “Alas”, in lingua sarda, scritto dallo stesso Rizzu, e “Fides”, con testo di Giovanni Pascoli e musica di Mauro Zuccante, accompagnati dall’arpa di Sabrina Fadda e al pianoforte da Luca Sirigu.

“Questo risultato ha un duplice significato – spiega il presidente della Corale Federico Tolu –: da un lato premia il grande lavoro portato avanti dai giovani coristi e dai maestri in questi lunghi mesi di pandemia durante i quali l’attività della Canepa non si è mai fermata, dall’altro arriva in un anno, il 2021, in cui festeggiamo il centenario di fondazione dell’Associazione e non c’è cosa migliore che farlo iniziando dai bambini”.

Insieme al riconoscimento come miglior coro “virtuale” giovanile italiano, le Voci bianche della Canepa hanno vinto una borsa di studio da 100 euro da utilizzare per le attività artistiche dell’associazione. Il concorso “Le allegre note” di Riccione, patrocinato dalla Federazione nazionale corale Feniarco, si tiene dal 2014 ed è il maggiore appuntamento nazionale dedicato ai giovani cori per numero di iscritti. I premi, divisi in tre categorie, riuniscono i cori scolastici, quelli associativi e la sezione “virtual choir” nata quest’anno a causa della pandemia.