L’Avis di Porto Torres punta sui giovani per formare i volontari del futuro

L'Avis di Porto Torres punta sui giovani per formare i volontari del futuro

Il gruppo giovani dell’Avis di Porto Torres.

È nato il gruppo giovani dell’Avis di Porto Torres, primo ed unico nella provincia di Sassari, con l’obiettivo di coinvolgere sempre più giovani nel mondo del volontariato. E, nello specifico, nella donazione del sangue, attraverso il dialogo con gli stessi giovani, incontri di formazione, ideazione di eventi e di progetti.

Il gruppo giovani.

Al momento il gruppo è formato da 12 ragazzi, che sono Marco Marginesu, attuale presidente dell’Avis di Porto Torres, Alfio Galvagno, vice presidente vicario, Emanuele Ballisai responsabile gruppo giovani Avis, Marco Salaris, Paola Pischedda, Martina Satta, Anna Ruggiu, Rachele Lazzarini, Mauro Gianotti, segretario, Samuele Manunta, Ismail Conde e Valeria Gaspa, con un età media di 22 anni. Chi vorrà iscriversi dovrà avere un’età compresa tra i 18 e 35 anni e dovrà necessariamente essere socio dell’Avis di Porto Torres.

L’importanza della formazione.

“Tale gruppo è indispensabile per poter selezionare i volontari del domani, unire i giovani nell’obiettivo che si pone Avis, far crescere i ragazzi umanamente e professionalmente ed introdurre all’interno dell’associazione i futuri promotori dei principi sociali ed etici avisini – ha affermato il presidente dell’Avis di Porto Torres, Marco Marginesu -. Infatti la formazione continua dei volontari è fondamentale sia per renderli protagonisti dei progetti dell’Avis e sia perché i giovani sono la risorsa primaria che garantisce la sopravvivenza a questa storica associazione. L’auspicio è che la nascita del gruppo giovani possa essere di input a tutte le altre sedi per costituire ulteriori nuclei“.