La variante Delta in Sardegna, i rischi del vaccino secondo gli esperti

Apre il nuovo centro vaccinale a Sassari, previste mille dosi al giorno

I rischi per l’arrivo della variante Delta.

La variante Delta del coronavirus è arrivata anche in Sardegna. Diversi casi casi sono stati segnalati in provincia di Sassari così come nel resto dell’isola. I focolai vengono monitorati con attenzione, ma il rischio è che, nonostante il vaccino, il virus possa aggirarlo.

La ricerca americana.

Il Centers for Disease Control and Prevention, il Centro americano per il controllo e la prevenzione delle malattie, è preoccupato. “La variante Delta muta troppo e in questo modo elude i vaccini esistenti. È più trasmissibile della variante alfa, o della variante britannica, che abbiamo qui”, ha affermato la dottoressa Rochelle Walensky, direttrice dei Centers for Disease Control and Prevention, intervenuta alla Abc News.

“I timori sono legati al fatto che la variante Delta possa eludere i vaccini anti Covid già esistenti. Questo è quello che gli esperti vogliono prevenire ed è il motivo per cui si incoraggiano le persone a vaccinarsi. Per quanto questo ceppo Delta sia preoccupante e per quanto la sua iper-trasmissibilità sia alta, i nostri vaccini per ora funzionano. Con due dosi sarai protetto contro questa variante Delta. Una invece non è sufficiente“, ha poi concluso.

Le parole di Brusaferro.

“Vengono segnalati in Italia focolai di varianti, anche da variante Delta che possono eludere i vaccini – ha affermato il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sull’analisi dei dati del monitoraggio settimanale della Cabina di Regia – Questi focolai devono essere monitorati con attenzione e ciò implica anche una grande attenzione nel tracciamento e nel sequenziamento. Individuazione, tracciamento e vaccinazione sono gli elementi che ci consentono di affrontare la situazione epidemica”.

Da domani obbligo quarantena.

A partire da domani, anche nell’isola, chiunque arrivi dalla Gran Bretagna è obbligato al rispetto della quarantena per almeno 5 giorni. Qualora la variante Delta eluda i vaccini a disposizione, inoltre, si procederà al blocco dei voli Oltremanica. “Molto dipenderà per la decisione la certezza o meno che la variante Delta non eluda i vaccini a nostra disposizione: questo è il nodo vero, perché se elude i nostri vaccini allora è chiaro che un blocco dei voli dalla Gran Bretagna potrebbe essere necessario”, ha dichiarato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri intervenuto a Rai Radio1.