Contro l’emergenza sangue negli ospedali, il gesto della Brigata Sassari

Contro l'emergenza sangue negli ospedali, il gesto della Brigata Sassari

La Brigata Sassari in prima linea per donare il sangue.

Si è svolta ieri presso la caserma “Gonzaga”, sede del 152° reggimento fanteria della Brigata Sassari, una raccolta straordinaria di sangue, effettuata in stretta collaborazione con l’Avis comunale di Sassari, che ha messo a disposizione un’autoemoteca con relativo personale sanitario, e con Thalassa Azione Onlus APS, partner del protocollo di intesa a favore di persone con talassemia siglato tra il Comando delle Forze Operative Sud e la Fondazione Italiana “Leonardo Giambrone”.

La donazione.

La donazione è risultata essere ancora più importante anche alla luce dell’emergenza epidemiologica in corso e dell’arrivo del periodo estivo, che ogni anno amplifica l’esigenza di sangue soprattutto a favore dei pazienti affetti da emoglobinopatie. Protagonisti dell’attività, sono stati gli uomini e le donne dell’Esercito Italiano appartenenti al 152° reggimento e al Reparto Comando e Supporti Tattici, e i loro familiari, che bene conoscono la portata dell’emergenza molto sentita in Sardegna. Oltre alle esigenze chirurgiche sia di routine che d’urgenza, sono circa 1.000 i talassemici che devono sottoporsi a ricorrenti trasfusioni e il semplice gesto della donazione di sangue ed emoderivati è l’unico sistema “salvavita” efficace per affrontare il problema.

La Brigata Sassari, con numerose donazioni di sangue effettuate nelle varie sedi in cui è dislocata nell’isola, conferma la propria vicinanza e il sostegno a coloro che hanno bisogno di aiuto, consolidando sempre di più la sinergia con istituzioni e associazioni del territorio che promuovono progetti come quello della Fondazione “Leonardo Giambrone”.