Basket, pesi, padel e spazi per lavorare: a Sassari apre il nuovo Centro sportivo per le famiglie

Basket, pesi, padel e spazi per lavorare: a Sassari apre il nuovo Centro sportivo per le famiglie

Il nuovo centro sportivo della società Gans di Sassari.

Nel deserto di strutture sportive, a Sassari arriva l’oasi dell’Hangar multidisciplinare. A due passi dall’ippodromo, in via Gioscari, è pronta al debutto, previsto per il primo settembre, l’area di 1600 metri quadri dedicata al basket, mini e non, ai pesi, al multifunzionale e al padel. Artefice dell’impresa- supportata solo da capitali privati, la polisportiva Gans e il suo capitano coraggioso, Antonello Pilia, da 15 anni direttore sportivo della Dinamo 2000 di basket. “Quando sono entrato qui dentro – spiega il quarantenne sassarese – ho avuto una folgorazione. Cercavo da tempo un capannone senza pilastri all’interno degli spazi.”

Ma aldilà del dato tecnico, l’Hangar applica la filosofia alla base dell’operazione. “Vogliamo un centro sportivo per famiglie – spiega Pilia – disponibile per bambini dai tre anni fino agli adulti e aperto dalle 7 alle 22″. Ecco quindi il campo di basket, completamente nuovo- dal parquet ai tabelloni alle trubune- omologato dalla Fiba, la sala attrezzi da 100 metri quadri, l’area per il fitness dotata di tappeto anti-trauma, il primo campo di padel al chiuso di Sassari e l’assenza di barriere architettoniche per i disabili. Ma non solo: spazi di smart-working, co-working e aree ristoro dedicate a genitori e atleti per un’esperienza a 360 gradi implementata da cinque ledwall, disposti lungo le diverse location- tutte riscaldate, diffusori di un’informazione, sostiene il direttore di Gans, “dinamica e digitale.”

Un centinaio i posti auto, compresa l’area ricarica per le vetture elettriche e oltre mille i metri quadrati del perimetro esterno, dove agirà la Freestyle Academy Asd, gestore penultimo dell’Hangar, dopo le destinazioni d’uso, negli anni 50, come “ricovero” per aerei da turismo, poi deposito di birra, e prima della ristrutturazione proprio dell’Asd. Oggi il nuovo rilancio, da far fiorire intorno al gioiello del “basket court”- dove giocheranno anche le squadre senior della Dinamo 2000- sostenuto poi dai 23 allenatori, preparatori e trainer delle varie discipline, con l’obiettivo di ridare spazio e ossigeno all’asfittico contesto sportivo di Sassari. Infatti, tra i lavori a rilento del Palaserradimigni, che impediscono l’attività di diverse palestre accolte dalla struttura, le tante società senza casa, e i troppi sassaresi privati del necessario esercizio fisico, il futuro dello sport in città si prospetta grigio, ad eccezione dei pochi esempi virtuosi come l’Hangar della polisportiva Gans.