Dai bar alle palestre Sassari si prepara al green pass. Chi lo controllerà e chi resta perplesso

Dai bar alle palestre Sassari si prepara al green pass. Chi lo controllerà e chi resta perplesso

Perplessità sull’obbligo del Green Pass a Sassari.

Quale sarà l’atteggiamento degli esercenti di Sassari che dal prossimo 6 agosto dovranno fare i conti con l’introduzione del Green Pass? La maggior parte di quanti hanno un’attività commerciale inclusa nel provvedimento sono largamente favorevoli, ma non mancano i distinguo.

Un barlume di speranza.

“Il Green Pass è un barlume di speranza che consentirà la fuoriuscita graduale dall’emergenza. Non capisco i colleghi contrari anche perché l’alternativa è la chiusura – ha affermato Leonardo Carriero, titolare del BirrAjò in piazza Santa Caterina -. Vi è un problema esistente, non si può far finta che non esista. È cambiato il mondo, occorre prendere dei provvedimenti. Certo, inizialmente sarà complicato controllare le persone, ma in ogni caso sono favorevolissimo all’introduzione del Green Pass”.

Titolare e dipendenti vaccinati.

Anche il titolare de L’Angolo del Caffe in via Torre Tonda, Andrea Ganadu, ritiene giusta l’introduzione del Green Pass: “È giusto chiederlo soprattutto all’interno delle attività. Proverò a chiederlo, ma non sarà facile gestire la situazione. Sia per i no vax, che per i giovani che non hanno ricevuto la prima dose a causa delle tempistiche. Ho tutti i dipendenti vaccinati che faranno anche la seconda dose”.

Lavorare o controllare il Green Pass.

Un provvedimento caotico, invece, secondo il titolare dello Spartan Fitness e ristorante Retrò, in viale Porto Torres, Roberto Maccioni. “Onestamente non so come pormi, né come comportarmi. È impensabile che devo stare all’ingresso per chiedere il Green Pass. In sala chi ci sta se devo stare all’ingresso a controllare i clienti? Qui siamo tutti vaccinati, ma non voglio aggiungere lavoro al mio lavoro“.

Serie difficoltà.

“Il mio compito è quello di servire i clienti, non posso sdoppiarmi e improvvisarmi controllore di Green Pass – afferma Emanuele Sini, titolare del bar Diamond in via Roma -. Sono provvedimenti che ci mettono in difficoltà, ma spero che venga applicato al meglio per scongiurare ulteriori chiusure“.

Tra favorevoli e contrari.