Crescono i contagi e i ricoveri, la Sardegna rischia di finire in zona gialla

Crescono i contagi e i ricoveri, la Sardegna rischia di finire in zona gialla

Il rischio della zona gialla in Sardegna.

La situazione è critica. Lo sostiene il tradizionale monitoraggio dell’Istituto superiore della sanità che misura gli Rt delle regioni. Insieme alla Sicilia e al Lazio la Sardegna rischia di finire in zona gialla entro due settimane. E questo nonostante i parametri del nuovo decreto del governo, che ha riequilibrato i colori delle regioni in base all’incidenza e all’occupazione dei posti letto in ospedale.

Dopo la maglia rossa data dall’Europa, arriva adesso anche l’allerta nazionale. I numeri per la Sardegna parlano di un’incidenza molto alta con 136 casi, ed un’occupazione pari al 4,4 % in area medica e 4,2 % in terapia intensiva. Peggio è messa la Sicilia che di casi settimanali ne ha 80, ma con al’8% di occupazione dei posti in area medica e 4,7 in terapia intensiva.

D’altronde anche la Fondazione Gimbe ieri aveva suonato l’allarme. I contagi sono riesplosi nell’ultima settimana e la speranza restano i vaccini. Secondo i dati della Regione, la metà dei sardi ha ricevuto le due dosi.