Piera è tornata a casa, l’ex compagno aveva cercato di ucciderla a Sennori

Piera è tornata a casa, l'ex compagno aveva cercato di ucciderla a Sennori

Torna a Sennori la donna vittima del tentato femminicidio.

A poco meno di 2 settimane dal tentativo di femminicidio, Piera Muresu è tornata nella sua abitazione di Sennori. La 48enne, fortemente provata dall’accaduto, dovrà affrontare la convalescenza. La notizia del ritorno a casa ha suscitato commozione tra i vicini, che si sono adoperati all’organizzazione di una festa. Una scelta funestata dal fatto che la Muresu ha saputo del suicidio di Adriano Piroddu.

La ricostruzione.

Lo scorso 7 settembre Piera Muresu si sarebbe presentata, in stato di choc, nel campo sportivo del paese, intorno alle 18:30, affermando ai volontari del 118 di esser stata raggiunta da un colpo di arma da fuoco. Il personale sanitario, compresa la gravità della situazione, l’ha accompagnata d’urgenza all’ospedale civile. Dalle prime valutazioni sarebbe emerso che la donna è stata raggiunta da alcuni fendenti di coltello o cacciavite che le avrebbero provocato una emorragia interna. Da lì un delicato intervento, mentre per il suo aggressore, Adriano Piroddu, la vita si è conclusa con un gesto estremo all’interno di un garage del paese.