Niente alcolici nelle strade di Sorso, pugno duro del sindaco: “Turba la quiete pubblica”

Niente alcolici nelle strade di Sorso, pugno duro del sindaco: "Turba la quiete pubblica"

L’ordinanza del sindaco di Sorso.

Divieto di consumo di bevande alcoliche e superalcoliche su aree pubbliche e private aperte ad uso pubblico nel territorio di Sorso. A stabilirlo è il sindaco, Fabrizio Demelas, che usa il pugno duro contro quanti disturbano la quiete pubblica e alimentano il degrado urbano.

I motivi dell’ordinanza.

Come testimoniano le sempre più numerose segnalazioni da parte dei residenti e il frequente coinvolgimento delle forze dell’ordine, negli ultimi mesi nel centro urbano di Sorso, in particolar modo nelle ore notturne, vanno aumentando fenomeni di disturbo alla quiete pubblica e di degrado urbano, nonché veri e propri episodi di microcriminalità riconducibili all’abuso di sostanze alcoliche.

A salvaguardia della sicurezza urbana e dell’incolumità di tutti coloro che risiedono nel territorio comunale, a tutela della salute, della tranquillità e del riposo dei residenti, del decoro e della vivibilità urbana, il sindaco ha ritenuto di adottare un’ordinanza volta a vietare il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche nelle aree pubbliche e ad uso pubblico nel centro urbano di Sorso.

Le disposizioni.

Con l’ordinanza è stato disposto il divieto su tutte le strade e aree pubbliche presenti nel perimetro del centro urbano di Sorso di consumare bevande alcoliche e superalcoliche al di fuori dell’area di vendita e somministrazione interna o esterna di pertinenza dei pubblici esercizi, quindi al di fuori dei plateatici e del suolo pubblico concessi ai locali. Salvo che il fatto non costituisca reato, per l’inosservanza degli obblighi e dei divieti al provvedimento verranno applicate le sanzioni amministrative pecuniarie che variano dai 25 ai 500 euro.