Femminicidio di Sorso, Fadda al processo: “Zdenka si è ferita da sola”

  • di
Ha ucciso l'ex compagna a Sorso, prima condanna per Fadda

Fadda continua a professarsi innocente.

Continua a professarsi innocente Francesco Baingio Douglas Fadda, l’uomo che nel febbraio 2020 uccise a coltellate in un bar del nel centro di Sorso, la sua ex compagna, Zdenka Krejcikova.

Anche al controesame davanti alla Corte d’Assise di Sassari Fadda ha dichiarato che la donna si è ferita da sola con il coltello era già in possesso di quest’ultima. Poi l’avrebbe portata in auto fino alla guardia medica di Ossi per poi andarsene con le due gemelline.

Molti diversa invece la tesi dell’accusa, supportata anche da alcuni testimoni che hanno assistito alla scena. Fadda seguì la donna sotto l’abitazione in via Tiziano, a Sorso. Zkenda, che si trovava lì con le due figlie, cercò aiuto nel bar vicino. La rabbia dell’uomo fu implacabile e la giovane madre venne colpita con una violenza tale da piegare il coltello.

Subito dopo il ferimento, Fadda caricò la donna e le due figlie sull’auto lasciando il corpo di Zdenza, ormai in fin di vita, davanti alla casa di un suo amico ad Ossi. La fuga proseguì tutta la notte finché venne fermato dai carabinieri in un parcheggio alla periferia di Sassari. Le bambine vennero trovate illese, seppur in stato di shock.