Il Green pass come la Stella di David, cartello shock fuori da un bar di Alghero

Il Green pass come la Stella di David, cartello shock fuori da un bar di Alghero

La provocazione ad Alghero.

Una provocazione che non è certo passata inosservata quella di Gianfranco Passerò, titolare del bar Passerò di Alghero. L’uomo, in aperto dissenso con l’istituzione del Green Pass, ha esposto una raffigurazione che compone una stella di David al centro e la scritta “No green pass”, che ha come sfondo un Qr-Code.

Il parallelismo con l’Olocausto.

“Sono contro l’istituzione del Green Pass, ma si sta travisando il significato. Il parallelismo con gli ebrei è solo una provocazione, niente di più – ha affermato il titolare -. All’epoca nessuno si mise contro il governo e la scienza, che pur si battevano per la razza ariana. Quelle furono le prime avvisaglie dell’Olocausto e se vi fosse stata una ribellione non si sarebbe arrivati ai forni crematori. Ora la società è diversa, ma non si può negare che vi sia il dito puntato contro i non vaccinati“.

Le falle sull’obbligo del Green Pass.

Il titolare ha voluto rimarcare la propria contrarietà facendo un parallelismo tra la Shoah e l’obbligo del Green Pass. Passerò, che non è vaccinato, né ha alcuna intenzione di farsi inoculare, si dissocia dal vespaio di polemiche nate sul suo conto. E pone un interrogativo: “Siamo sicuri che l’istituzione del Green Pass serva veramente ad evitare nuove chiusure?“.